CARLO SCARPA

Rovigo, 1978
disegni, oggetti e fotografie

 

nel granaio
dall' 8 al 30 luglio 2006

 

Nella primavera del 1978 Carlo Scarpa venne a Rovigo per allestire la mostra del pittore Mario Cavaglieri nelle sale della pinacoteca dei Concordi.

I mezzi a disposizione erano molto limitati ma il grande architetto offrì un'ennesima prova, l'ultima, del suo indiscusso magistero.

Carlo e Nini Scarpa trascorsero nel capoluogo polesano due settimane indimenticabili con Giuseppe Romanato, Luciano Menghelli, Eugenio De Luigi, Antonio Romagnolo, Luciano Bolzoni ecc..

Guido Pietropoli, a quell'epoca assistente di Scarpa, lavorò per la realizzazione della mostra; egli ha conservato appunti, schizzi di studio e ha scattato alcune fotografie durante quei giorni.

Nei dieci anni di convivenza con il maestro sono stati raccolti dall'architetto rodigino materiali, sculture e disegni, tra cui quelli per il restauro mai eseguito della Galleria Franchetti alla Ca' d'Oro di Venezia.

Schizzo di studio, su carta con matite colorate. Allestimento mostra di M. Cavaglieri a Rovigo, 1978

Schizzo di studio, su carta con matite colorate.
Allestimento mostra di M. Cavaglieri a Rovigo, 1978

 

 

Informativa cookie:
Sul nostro sito cacornerdeltapo.it utilizziamo i cookie.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente acconsente all'uso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi