Articolo di Sergio Frigo su "Il Gazzettino" del 24 maggio 2006

BURNS: "PERCHE' CARLO SCARPA E' GRANDE COME MICHELANGELO"
Perchè Carlo Scarpa è un grande dell'architettura, tanto da essere probabilmente considerato, nel mondo, superiore al Palladio? E qual'è la sua eredità nell'architettura moderna?
Ecco la spiegazione di Howard Burns, grande storico della disciplina e presidente del consiglio scientifico del C I S A Palladio di Vicenza.

"Scarpa è grande perchè, pur aderendo al linguaggio architettonico del movimento moderno, seppe creare una sua poetica personale. Nel suo lavoro, attraverso le forme dell'insieme, la cura del dettaglio e la scelta del materiale, riesce a creare edifici che vanno molto oltre la pura funzione e anche molto oltre l'aspetto volumetrico spaziale"

Ma cosa lascia in eredità? Qui la la risposta è più articolata:

"La lezione di Scarpa è difficile come la lezione di Michelangelo nel tardo Cinquecento. Sono entrambi inimitabili, poichè stabiliscono standard a cui gli altri non possono arrivare: ripetendo le loro forme, infatti, si può fare solo del banale manierismo, come l'architettura del tardo Cinquecento. Anche per quanto riguarda Scarpa, pur non essendo un inventore di un nuovo linguaggio come ad esempio Le Corbusier, per arrivargli vicino bisogna cogliere qualcosa di molto più profondo: è il suo modo di utilizzare il linguaggio del modernismo personalizzandolo incorporando i contenuti e le poetiche che vengono dal passato, che ne fa un grande maestro."


« Torna alla scheda dell'evento

Informativa cookie:
Sul nostro sito cacornerdeltapo.it utilizziamo i cookie.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente acconsente all'uso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi